Metis Centro Studi

Aggiornamenti normativi

Data Pubblicazione: 29 ottobre 2016

Prende il via la nuova definizione agevolata dei ruoli esattoriali. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.L. n. 193/2016, vengono individuate le modalità per ottenere l’abbattimento delle sanzioni e degli interessi di mora sui carichi affidati per la riscossione negli anni compresi fra il 2000 e il 2015. I contribuenti con pendenze aperte nei confronti di Equitalia potranno decidere di aderire alla sanatoria entro il 23 gennaio 2017 (il 22 cade di domenica). Fermo restando l’obbligo di integrale pagamento del tributo e degli interessi per ritardata iscrizione a ruolo, sarà possibile pagare con una dilazione fino a quattro rate di cui l’ultima da versarsi entro il 15 marzo 2018. Nessuno sconto per quanto riguarda le somme dovute a titolo di aggio della riscossione e per le spese relative alle procedure esecutive e di notifica.

Vedi la notizia completa

Data Pubblicazione: 26 ottobre 2016

Vi segnaliamo la pubblicazione del bando “POR FESR 2014-2020. ASSE 3 – azione 3.1.1. – Sub Azione C: bando per l’erogazione di contributi alle nuove imprese culturali, creative e dello spettacolo sul Bur n. 98 del 14/10/16 della Regione Veneto.

Le domande dovranno essere presentate dal 3 novembre al 3 dicembre 2016.

Per i soggetti ammessi alle agevolazioni, la tipologia di spese ammissibili, le modalità di partecipazione e ogni altro requisito, Vi preghiamo di contattarci (045 502159 – info@studio-metis.it). Potete consultare il testo integrale del bando al link di seguito indicato: http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/Pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=331429

 

Data Pubblicazione: 21 settembre 2016

E’ stato da poco firmato l’accordo Anci – Siae contenente la regolamentazione del calcolo dei compensi dovuti per i diritti d’autore nelle manifestazioni organizzate dai Comuni.

Il testo prevede diverse importanti novità, che trovate nell’articolo di Vincenzo Santoro dell’ANCI.

Oltre al link al testo dell’Accordo, si fa riferimento al Patto per la musica live e ad una iniziativa di presentazione a Milano in novembre.

Data pubblicazione: 10 maggio 2016

Funder 35: bando per le imprese culturali giovanili

Il bando annuale Funder35 è rivolto alle organizzazioni culturali senza scopo di lucro (imprese sociali, cooperative sociali, associazioni culturali, fondazioni, ecc), composte in prevalenza da under 35 e impegnate principalmente nell’ambito della produzione artistica/creativa in tutte le sue forme, da quelle tradizionali a quelle di ultima generazione o nell’ambito dei servizi di supporto alla conoscenza, alla valorizzazione, alla tutela, alla protezione, alla circolazione dei beni e delle attività culturali.

Data pubblicazione: 5 maggio 2016

Lombardia: residenze artistiche

La Regione Lombardia intende intende individuare i soggetti titolari di residenza artistica (teatro, danza, musica e multidisciplinare) e le attività di residenza per il biennio 2016/2017, concedendo contributi per le attività da realizzarsi nell’annualità 2016.

Possono presentare progetti di residenza i “titolari di residenza” come definiti dall’intesa con il MiBACT, in possesso dei seguenti requisiti: essere organismi professionali legalmente costituiti (atto costitutivo e statuto) ed essere in possesso di Partita IVA e dei altri requisiti prescritti come specificato in basso.

Il costo complessivo del progetto per l’annualità 2016, derivante dalla somma dei singoli budget relativi a ciascuna tipologia, dovrà essere non inferiore alla soglia minima di € 7.000 e non superiore alla soglia massima di € 30.000.

Per ciascuna tipologia di attività, il progetto presentato dovrà prevedere da parte del soggetto richiedente un cofinanziamento minimo pari al 20% del costo totale, garantito da risorse proprie o da finanziamenti di soggetti terzi, pubblici e/o privati.

Il contributo regionale potrà risultare inferiore a quanto richiesto e in ogni caso non potrà essere superiore al 80% del costo del progetto indicato nella domanda. Scadenza 23 maggio 2016

Contattaci per informazioni


Data pubblicazione: 29 aprile 2016

Codice dei Contratti Pubblici – Decreto Legislativo n. 50 del 18 aprile 2016 – Clausole sociali facoltative nei bandi di gare e negli avvisi

In data 19 aprile 2016 è entrato in vigore il Decreto Legislativo n. 50/2016,  per l'”aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture” (c.d. Nuovo codice per gli appalti).

Tra le molteplici novità introdotte dal decreto, assume particolare rilevanza la novità inclusa all’art. 50, dedicato alle  “Clausole sociali del bando di gare e degli avvisi” .

In particolare, tale articolo conferisce la “facoltà” – non l’obbligo –  di inserire nei bandi di gare, negli avvisi e negli inviti per l’affidamento dei contratti di concessione e di appalto dei lavori e servizi diversi da quelli aventi natura intellettuale, apposite clausole sociali, nel rispetto dei principi Comunitari, al fine di promuovere una più stabile occupazione dei lavoratori impiegati.

Le clausole sociali, come noto, sono previsioni che impongono alla nuova stazione appaltante l’obbligo di assunzione (a volte solo parziale) dei lavoratori impiegati durante il precedente appalto, garantendo così la stabilità dei posti di lavoro e tutelando il diritto del lavoratori a mantenere la loro occupazione

Quindi, nel caso in cui il bando di gara preveda l’applicazione di una clausola sociale, l’aggiudicatario sarà obbligato ad assumere i lavoratori già occupati dal gestore a cui succede e ad applicare loro i contratti collettivi nazionali, territoriali o aziendali di settore stipulati dalle organizzazioni sindacali e datoriali comparativamente più rappresentative sul territorio nazionale.

Le clausole sociali potranno essere inserite, in particolar modo, all’interno dei contratti c.d. ad “alta intensità di manodopera”, intendendo con tale dicitura i servizi in cui il il costo della manodopera è pari ad almeno il 50% dell’importo complessivo del contratto.


Data pubblicazione: 20 aprile 2016

Richiesta del Certificato di agibilità: aggiornamento della procedura telematica

Dal 3 maggio 2016 sarà disponibile un nuovo aggiornamento della procedura telematica di richiesta dei Certificati di agibilità per le imprese del settore spettacolo.

Lo rende noto l’INPS, con il Messaggio n. 1712 del 19 aprile 2016.

La procedura è disponibile nell’area “Servizi per aziende e i consulenti” del sito www.inps.it, alla voce “Servizi Settore Sport e Spettacolo”/”Richiesta Agibilità”.

L’Istituto precisa che nella procedura è ora disponibile:

  • il calendario per la gestione dei periodi riferiti ad un’occupazione;
  • la visualizzazione ad albero delle agibilità per la consultazione da parte dell’utente;
  • la funzionalità di export in formato excel dei risultati di ricerca delle agibilità;
  • un nuovo campo per dare la possibilità all’utente di inserire per l’occupazione svolta la retribuzione mensile in alternativa a quella giornaliera.

Inoltre è stata ottimizzata la funzionalità di “Upload massivo”


Data pubblicazione: 5 aprile 2016

Il Ministero del Lavoro ha pubblicatole nuove Faq sulle dimissioni on line.

http://www.cliclavoro.gov.it/Cittadini/FAQ/Pagine/Dimissioni.aspX